TRA STORIA E MITO
STORIA
CASTELLI -FORTEZZE-REGGE
Sostieni Tra Storia e Mito
Menu Ultimi articoli Cerca nel sito Canale You Tube
Castelli
Castello Aiello

Castello Valbona
Castello Valbona


Forte di Exilles


Castel del Monte

Castello di Duino
Castello di Duino

L’origine risale all’ Imperatore Adriano, un quadrilatero cinto da mura merlate con argini e torri all’origine indicava i piccoli presidi fortificati ai confini dell’impero. I castelli con le caratteristiche a noi note, alte mura merlate, una o più torri rotonde, piccole feritoie a strombatura, cioè strette all’esterno e ampie all’interno per permettere di ferire senza essere colpiti, il fossato e il ponte levatoio, sorsero tra l’VIII e il X secolo per necessità di difesa.

Nell’anno Mille, il castello divenne la dimora del “signore” che in questo modo impose il suo potere e la sua protezione sulle terre circostanti.
Con Carlo Magno il Sacro Romano Impero, creò il feudalesimo: la struttura istituzionale, economica e sociale della difesa divenne il castello e la cavalleria.

L’impero diviso in feudi, territori cioè soggetti ad un nobile degno della fiducia del re erano appunto difesi da castelli.
La costruzione è più complessa di quella dei primi secoli, alte torri e mura merlate venivano innalzate sulle alture.
Sulle mura correva un “cammino di ronda”, una stretta via percorsa notte e giorno dalle sentinelle.
Le bertesche (piccole torri angolari) si protendevano oltre le muraglie per consentire il lancio delle frecce contro i nemici ai piedi del castello ( detto anche “maniero” dal latino “manere”, restare-abitare).


Il Signore e le dame vivevano in sale illuminate da torce e riscaldate d’inverno dai camini, al piano terra si trovavano, invece, gli uomini d’arme.
Intorno al castello scorreva invece un fossato pieno d’acqua, era possibile attraversarlo solo grazie ad un ponte levatoio che immetteva nella porta fortificata e e veniva alzato quando il nemico
minacciava da vicino le mura.

PIEMONTE
Forte di Exilles
Il Forte di Exilles fu uno dei più importanti sistemi difensivi del Piemonte usato a fasi alterne sia dai Savoia che dai francesi.
Castello Borello
Il Castello Borello si erge sulle alture accanto a Bussoleno e la sua localizzazione è contrapposta a quella del castello di San Giorio, situato sulla riva opposta della Dora.
Castello di Moncalieri
Il castello realizzato sopra un’antica casaforte medioevale, sorge a poca distanza da Torino sulle propaggini della collina di Moncalieri.
Reggia di Venaria Reale
La sede che, avrebbe dovuto inoltre magnificare il Duca Carlo Emanuele II, fu ultimata nel 1675 ed era rappresentata da Borgo-Reggia-Giardini che si sviluppava per ben due km.
VALLE D'AOSTA
Castello di Fenis
Situato su di un poggio erboso, il castello di Fénis colpisce il visitatore sia per la sua struttura architettonica, sia per il percorso interno, un continuo susseguirsi di ambienti comunicanti tra loro per mezzo di scale, loggiati e porte segrete.
Forte di Bard
14.467 mq di superficie, 283 locali, 106 metri di dislivello, 806 gradini, 2.036 mq di cortili interni, 9.000 mq di tetti, 1.295 mq di corridoi, 385 porte, 323 finestre e 296 feritoie.Questo è il forte di Bard, l’imponente baluardo edificato nel XIX secolo dai Savoia.

FRIULI VENEZIA GIULIA
Castello di Duino
I due castelli di Duino sorgono nell’omonimo villaggio posto tra Monfalcone e Trieste; il vecchio, che secondo la tradizione era dedicato al culto del dio Sole e che conserva ancora imponenti rovine a strapiombo sul mare; il nuovo, l’attuale dimora dei Principi della Torre e Tasso (von Thurn und Taxis), è stato costruito nei primi decenni del 1400, attorno alla torre quadrangolare di un avamposto romano.
Il castello di Miramare: il sogno di Massimiliano D'Asburgo
Edificio costruito tra il 1856 e il 1860 per volere dell'arciduca Massimiliano d'Asburgo - poi imperatore del Messico - su progetto di Carl Junker, conserva all'interno l'arredo e le decorazioni originali dell'epoca.

PUGLIA
Castel del Monte
Castel del Monte è una costruzione unica al mondo per la sua struttura, per il mistero e le leggende che lo circondano.
Questo gioiello dell'architettura si trova ad Andria, in provincia di Bari, ed è stato inserito dall'Unesco nella lista del Patrimonio mondiale dell'Umanità.

GIAPPONE
Himeji -Jo
Conosciuto anche come "Castello dell'Airone Bianco" (Shirasagi-jo), per la somiglianza della mappa delle mura di cinta con l'immagine di un airone che spicca il volo, il castello di Himeji sorge su un'altura dominante l'omonima città nella prefettura di Hyogo a circa 50 chilometri ad ovest di Osaka

Salvo preventiva autorizzazione scritta, è vietata la riproduzione, anche parziale e con qualsiasi mezzo



TRA STORIA E MITO STORIA

Collabora con noi