TRA STORIA E MITO
ANTICO EGITTO DI ISIDE
DUAT
Sostieni Antico Egitto di Iside

Menu Ultimi articoli Cerca nel sito Canale You Tube

La divinità forma un cerchio con il suo corpo.
I suoi piedi toccano la testa risalendo dalla parte posteriore.
Con le mani sorregge la dea Nut , in piedi sul suo capo mentre sorregge il disco solare
E’ l’Aldilà.

Probabilmente deriva dalla radice dua: “mattino”, usata per indicare ciò che precede il mattino, ossia la notte, ed in particolare il paese della notte, l’oltretomba.

Pittograficamente è rappresentata da una stella racchiusa in un cerchio.
Questo dimostra la dottrina di un oltretomba celeste (stellare) precedente alla dottrina di Osiride (terrena).

Sono rarissime le raffigurazioni di questa divinità.

Una di queste si trova sul sarcofago di
Sethi I in una immagine dedicata alla parte finale del rituale “Il libro delle porte".






Salvo preventiva autorizzazione scritta, è vietata la riproduzione, anche parziale e con qualsiasi mezzo
ANTICO EGITTO TRA STORIA E MITO LA VITA DOPO LA MORTE

Collabora con noi