TRA STORIA E MITO
MITOLOGIA GRECA
GIACINTO IL FIORELLINO VELLUTATO
Sostieni Mitologia e Leggende
Menu Ultimi articoli Cerca nel sito Canale You Tube
GiacintoC’era una volta un principino, di nome Giacinto, dotato di tanta meravigliosa bellezza, che il divino Apollo lo volle a compagno di giuochi e di caccia.
E spesso, lungo le rive fiorite dell’Eurota, i due giovani se ne andavano insieme, esercitandosi al lancio del disco o penetravano nelle boscaglie intricate, per cacciare le belve.

Ma un giorno una cosa terribile avvenne.
I compagni, come al solito, si addestravano nel rude esercizio del lancio, quando il disco gettato da Apollo deviò dalla sua traiettoria e cadde pesante sul capo del povero Giacinto.
Il sangue uscì a fiotti dalla ferita, il volto del giovinetto si fece bianco e il corpo si piegò sulla terra, come uno stelo senza vita.
Il dio del Sole accorse, si gettò a terra accanto al compagno ferito, prese sulle braccia la testa reclinata del fanciullo e cercò di fermare affannosamente il sangue che sgorgava copioso. Ma inutili furono tutte le piante salutari che la medicina esperta di Apollo applicò sul capo di Giacinto. Nulla potè opporsi al tragico destino.
Il fanciullo piegò il capo sulla spalla del dio luminoso e chiuse gli occhi per sempre.
Affranto per il dolore, Apollo strinse fra le braccia il corpo inerte del fanciullo, e disse:
“Tu muori, fanciullo adorato; le mie mani stesse hanno stroncato la tua giovinezza infelice. Io non posso, come vorrei, accompagnarti nel regno cupo dei morti, perché Giove mi fece immortale, ma posso renderti immortale in un fiore! Ogni anno, o mio dolce compagno di giuochi, tu rivivrai nel tuo sangue giovine e , quando la primavera stenderà i suoi tappeti profumati sulle fredde zolle, tu rinascerai in corolle smaglianti sotto la carezza del Sole”.
Per questo da quel giorno, ogni volta che sorride nel mondo la primavera, nelle praterie nascono a mille a mille giacinti dai petali vellutati e dal fragile stelo.

Gina D’Errico



Salvo preventiva autorizzazione scritta, è vietata la riproduzione, anche parziale e con qualsiasi mezzo


MITOLOGIA GRECA TRA STORIA E MITO MITOLOGIA

Collabora con noi