TRA STORIA E MITO
 
Biografie
Battaglie e Guerre
Dinastie
Documenti storici
Leggende
Luoghi storici
Mitologia
Popoli
Periodi storici
Simbologia
Storie dal mondo
Storia delle religioni
Storia degli stati
Velo di Iside
 
ANTICO EGITTO
MADRE TERRA
MAGIA - OCCULTISMO

Giove - Pianeta

PIANETI: GIOVE

E’ il più grande dei pianeti del sistema solare. Rispetto al Sole ha un diametro 10 volte più piccolo, massa circa 1000 volte inferiore e quindi ha densità media uguale.

Per un osservatore terrestre Giove, all’epoca dell’opposizione, è il pianeta più brillante dopo Venere.

Il telescopio rivela un sensibile appiattimento e una serie di fasce chiare e scure alternate, parallele all’equatore. Tale aspetto è anche conseguenza del breve periodo di rotazione del pianeta; ruota in 9h 50m e questo comporta una velocità lineare all’equatore di 12,6 km/sec. Poiché la rotazione è più rapida all’equatore che ai poli, si deduce che Giove non è un corpo solido.

L’alta atmosfera, che è quanto di Giove si può direttamente osservare, mostra un’avvicendarsi di forme molto mutevoli che cambiano aspetto e posizione e scompaiono nel giro di poche ore o di pochi giorni.à Fa eccezione la grande Macchia Rossa, un’enorme formazione che fu scoperta 3 secoli fa (1664) da R. Hooke nell’emisfero sud del pianeta.

I costituenti principali dell’atmosfera sono idrogeno ed elio, con percentuali simili a quelle osservate sul Sole, e sono presenti anche metano ed ammoniaca in quantità inferiori. La temperatura dello strato esterno delle nubi è di -150 °C circa e aumenta andando verso l’interno fino a circa 30 °C.

La spessa atmosfera che avvolge il pianeta impedisce di effettuare osservazioni in profondità, ma, sulla base dei dati raccolti dalle sonde spaziali Voyager e Pioneer, è stato possibile ipotizzare un modello interno di Giove

Il modello prevede un nucleo roccioso di silicati di ferro, contenuto in un involucro di idrogeno metallico liquido, che potrebbe essere causa dell’intenso campo magnetico del pianeta.

Altra caratteristica di Giove è quella di essere soggetto ad una piccola contrazione, circa un millimetro all’anno, sufficiente però a determinare un’emissione di energia da parte del pianeta che è superiore a quella ricevuta dal Sole.

Giove possiede un anello e attualmente sono conosciuti 15 satelliti. L’anello fu rivelato nel 1979 dalle sonde Voyager; spesso solo 4 km, è situato a circa 60.000 km dalla sommità delle nubi dell’atmosfera di Giove. Dei 15 satelliti i maggiori sono Amaltea, Io, Europa, Ganimede e Callisto, in ordine di distanza crescente dal pianeta.

Amaltea è un piccolo masso roccioso di forma oblunga (250 km per 140 km); gli altri 4, noti anche come satelliti medicei, furono scoperti da Galileo nel 1610. Rivolgono al pianeta sempre la stessa faccia, come Amaltea, e sono diversi l’uno dall’altro per aspetto e per la caratteristiche intrinseche.

Io, ad esempio, è ricco di vulcani attivi e privo di crateri, mentre Europa è quasi completamente ricoperto di ghiaccio.

a cura di Cristina Tartaglino

PIANETI
Disclaimer Privacy Police Collabora con noi