TRA STORIA E MITO
IL LUPO
IL LUPO SPIRITO GUIDA
Sostieni il nostro lavoro
Menu Ultimi articoli Cerca nel sito Canale You Tube
Lupo spirito guida



Lupo simbologia

Il lupo spirito guida

Dal poema turco Oghuzname

Lupo psicopompo

La morte del lupo
La funzione di spirito-guida del lupo era attestata presso vari popoli tra cui i korya, gli uiguri e i khazar, dai quali l’animale era visto come l’inventore del fuoco, della caccia e della pastorizia, inoltre era il protettore delle greggi.

Nel nord del Giappone, nelle regioni settentrionali e orientali della Cina e fra alcune tribù di nativi americani il lupo era l’emanazione del Grande Spirito, colui che trasmetteva agli uomini il fuoco, la caccia e le prime forme di organizzazione sociale.

Questa credenza si accompagnava quasi sempre a specifici riti di fecondità o di riproduzione e si trovava in genere associata a pratiche totemiche, in quanto il lupo era concepito come il totem del clan da ciò il divieto-tabù di cacciarlo o ucciderlo.

Troviamo il lupo-guida anche in ambito turco, dove in alcune versione del mito, era sostituito da un cane bianco, talvolta in compagnia di un cavallo dalla voce di toro; l’importanza del lupo come guida per il popolo turco è evidenziata nel celebre poema Oghuz Name.

Tra gli unni, un lupo grigio guidava e segnalava il cammino che doveva essere intrapreso dalla tribù e decideva il punto esatto in cui doveva sorgere l’accampamento.

Più raramente il ruolo di guida del lupo si esercitava in favore di una coppia o di un singolo individuo, che veniva aiutato a ritrovare la sua patria o la sua gente, dalla quale era stato separato.

Una leggenda diffusa tra i tolos, descriveva l’arrivo presso due pastori di un personaggio con la testa di lupo:
”Giunse un mendicante, appena la moglie del pastore lo vide si accorse che aveva la testa di lupo, mentre il marito non l’aveva notato. Dopo essersi ristorato, se ne andò e la coppia decise di seguire lo strano viandante. Così facendo arrivò al monte Otuken, dove “l’uomo” rivelò di essere un dio e annunciò ai due la fine imminente del loro popolo, i sie-yen-t’o”.

Il mito in cui era un intero popolo, o un gruppo di uomini, ad essere guidato da un lupo, veniva spesso associato alla caccia ad un cervide che sfociava poi nella scoperta o nella conquista di un territorio.

Il lupo è riconosciuto come maestro che dopo un periodo di ricerca interiore ritorna alla tribù per tramandare ciò che ha appreso.

Estremamente legato al suo branco, segue un rigido sistema fatto di riconoscimenti e di rispetto, dove ogni membro possiede doveri e peculiarità.

Il lupo rappresenta la forza dell’inconscio, l’oscurità dove si nascondono le nostre paure, ma è anche la conoscenza interiore di quello che viene chiamato “guardiano della soglia” in molte tradizioni esoteriche
.

Salvo preventiva autorizzazione scritta, è vietata la riproduzione, anche parziale e con qualsiasi mezzo
SIMBOLOGIA TRA STORIA E MITO LUPO