Mitologia Greca
TRA STORIA E MITO
MITOLOGIA
MITOLOGIA GRECA
Sostieni il nostro lavoro con una piccola donazione bastano 2uero
Menu Ultimi articoli Cerca nel sito Canale You Tube

Olimpo

Zeus

Demetra

Prometeo



La mitologia greca è la raccolta dei miti appartenenti alla cultura religiosa degli antichi greci,dei loro dei ed eroi;furono raccolti in cicli che concernono le differenti aree del mondo ellenico. Unico elemento unificante è la composizione del pantheon greco, costituito da una gerarchia di figure divine che rappresentano anche le forze o aspetti della natura.

La mitologia greca si compone di una vasta raccolta di racconti che spiegano l'origine del mondo ed espongono dettagliatamente la vita e le avventure degli dei, degli eroi e di altre creature mitologiche.
Le più antiche fonti letterarie conosciute, i due poemi epici Iliade e Odissea, concentrano la loro attenzione sugli eventi che ruotano attorno alla vicenda della guerra di Troia.
Altri due poemi quasi contemporanei alle opere omeriche, la Teogonia e Le opere e i giorni scritti da Esiodo, contengono invece racconti che riguardano la genesi del mondo, la cronologia dei sovrani celesti, il succedersi delle età dell'uomo, l'inizio delle sofferenze umane e l'origine delle pratiche sacrificali.

ADE
Ade era il dio dei morti e del regno dell’Oltretomba, il nome Ade si riferisce al dio, e non al luogo, anche se con Haidou a volte si designa la “casa di Ade”
ANDROMEDA
Figlia di Cefeo re di Ioppa in Palestina (dalla maggior parte delle fonti viene identifica con l’Etiopia) e di Cassiopea.
APOLLO
Dio della divinazione, delle arti (le Muse dipendevano da lui), patrono della medicina era in grado di provocare un’epidemia su un paese o di farla cessare.
ARACNE

Aracne era una giovane fanciulla della Lidia così abile nella tessitura da incantare persino le Ninfe che accorrevano per vederla all’opera.
ARPIE
Le arpie erano delle donne mostruose con sembianze di uccello considerate responsabili per la sparizione di tutto ciò che andava perso e mai ritrovato.
CASSANDRA
Sacerdotessa nel tempio di Apollo, da cui ebbe la facoltà della preveggenza, prevedeva terribili sventure ed era pertanto invisa a molti
CENTAURI
Nati dall’unione del re dei Lapiti Issione e di una nuvola, erano esseri per metà cavalli e per metà uomini,selvaggi e rozzi, vivevano nelle foreste nutrendosi di carne cruda.
DEMETRA
Demetra, figlia di Crono e di Rea, era la grande dea della terra, protettrice della fertilità e dea dei Misteri Eleusini, il suo nome significa “Madre Terra”
.
DIONISIO
Dionisio era il dio del vino e dell’estasi; la più grande divinità della tarda Grecia il cui culto, accompagnato da ricchi cerimoniali, prometteva la salvezza.
ECATE
Come dea della terra Ecate fu associata al mondo dei morti ed era spesso raffigurata con delle torce nella mano proprio per la sua capacità di accompagnare i vivi nel regno dei morti

EOLO
Figlio di Ippote e re dell’isola vagante Eolia, era un mortale amato da Zeus che gli donò il controllo dei venti che conservava in una caverna sulla sua isola
EROS
Nella mitologia greca troviamo varie versioni riguardanti la nascita divina di Eros, il dio dell’amore (Eros in greco significa amore carnale)
ERISITTONE
Erisittone era figlio di un re, ma, cresciuto pieno di vizi, non amava che la baldoria e il lusso; il suo cuore era duro come l’acciaio; non aveva pietà per nessuno, non rispettava nessuno.
GALATEA
Galatea era una divinità marina, una delle cinquanta Nereidi, figlia di Nereo e Doride che risiedevano nell’oceano con il compito di proteggere i marinai.
GEA
Nella Teogonia di Esiodo Gea fu la prima creatura nata dal Caos insieme a Tartaro (l’Oltretomba), la Notte, Erebo (l’oscurità) ed Eros (lo spirito dell’amore generativo).
GIACINTO
C’era una volta un principino, di nome Giacinto, dotato di tanta meravigliosa bellezza, che il divino Apollo lo volle a compagno di giuochi e di caccia

GIGANTOMACHIA
e la vittoria della giustizia divina
GORGONI
Le Gorgoni erano tre creature terrificanti: Steno (forte), Euriale (ampio-vagante) e Medusa (astuta), figlie di Forco e di Ceto, abitanti del mare.
LAMIA
Era una delle amanti di Zeus i cui figli furono uccisi dalla gelosa Era.
MEDEA
Figura della mitologia greca, Medea, era figlia di Eete, re della Colchide e Idyia ninfa oceanina, inoltre nipote di Apollo e della maga Circe e come quest’ultima dotata di grandi poteri magici.
- Tanto va Giasone a largo...che Medea gli uccide i figli!
MEDUSA
Figlia di Forco e di Ceto, era una delle Gorgoni. Secondo il mito, Poseidone si innamorò di Medusa quando ella era ancora una stupenda fanciulla.
MIDA
Il re chiese di poter trasformare in oro tutto ciò che toccava, dapprima fu felice, ma ben presto la sua gioia svanì quando capì che anche il cibo e le bevande venivano trasformate in oro
NARCISO
Diverse versioni narrano il mito di Narciso, personaggio della mitologia greca, figlio della ninfa Liriope e del dio Cefiso .
NEMESI

Nemesi è colei che interviene in favore di chi ha subito un torto ed è allo stesso tempo l’implacabile vendetta che punisce chi si macchiato di un delitto contro la comunità.
NINFE
Le ninfe erano spiriti divini o semidivini,fanciulle simbolo della forza vitale della natura nelle sue manifestazioni più amichevoli verso l’uomo.
ORFEO
Quando Orfeo cantava e suonava la sua lira le creature della terra si fermarono estasiate ad ascoltarlo per poi seguirlo incantate dalla melodia che sapeva creare.
PAN
Pan era il dio dei pascoli, protettore delle pecore e delle capre, il suo nome era associato alle sue funzioni pastorali e significava dio dei pascoli.
delle capre, il suo nome era associato alle sue funzioni pastorali e significava dio dei pascoli.
PROMETEO
Secondo Esiodo fu lo stesso Prometeo a creare il genere umano dalla creta trovata a Panopea in Beozia, modellando le figure in cui poi Atena soffiava la vita.
PIRAMO e TISBE
L'antica favola orientale dell’infelice amore di Piramo e Tisbe, fu narrata da Ovidio nelle Memorfosi e ambientata a Babilonia, successivamente fu ripresa dalla mitologia greca e romana.
RATTO di PERSEFONE
La rapì Aidoneo mentre giocava con le fanciulle dal florido seno, figlie di Oceano, e coglieva fiori.
TIFONE
La storia della mitologia greca si delinea come una lunga sequenza di episodi in cui le manifestazioni del Caos primordiale tentano di minare i progressi verso il raggiungimento dell’armonia del cosmo
ZEUS
Zeus era il dio supremo della mitologia greca e anche se in principio il suo nome designava la luce del giorno, comandava su tutti i fenomeni atmosferici.

I MISTERI ELEUSINI
Nell’Antica Grecia gli dei e le dee del pantheon controllavano le forze della natura; venerati nei santuari e nei templi con preghiere e sacrifici vegliavano sulla quotidianità dei mortali
CALLICANTZARI ( KALLIKANTZAROS)
Questo termine creato dalle moderne superstizioni greche, definisce due razze di creature fantastiche: l’una grottesca e di dimensioni gigantesche, l’altra formata da esseri più piccoli, simili a folletti.

SIMPOSIO DI PLATONE:
I DUE AMORI

Collabora con noi

Salvo preventiva autorizzazione scritta, è vietata la riproduzione, anche parziale e con qualsiasi mezzo,

Mitologia e Leggende | Promuovi anche tu la tua Pagina

MITOLOGIA TRA STORIA E MITO MITOLOGIA GRECA