TRA STORIA E MITO
ANTICO EGITTO DI ISIDE
PREISTORIA
Sostieni Antico Egitto di Iside
Menu Ultimi articoli Cerca nel sito Canale You Tube
Antico Egitto Preistoria






Sino al VII, VI millenio a.C. un clima umido e caldo con una lussureggiante vegetazione subtropicale, caratterizzava l’Egitto.

Le zone ricoperte da boschi e le colline (ora desertificate) erano terreno di caccia.
Ci vollero millenni prima che il
Nilo, originariamente a clima torrentizio, scavasse il suo letto portando benefici al suolo egizio.
Le vallate a lungo furono completamente inospitali costellate di lagune e malsane paludi.

Poche sono le testimonianze dell’età paleolitica.
Reperti più abbondanti relativi alla fase mesolitica, si trovano a Helwan, Kom Ombo e nell’oasi di Laqeita, periodo che corrisponde anche ad un cambiamento di clima divenuto più asciutto.
L’altopiano del Sahara, ormai inabitabile tranne che per poche oasi, spinse le popolazioni verso la valle del Nilo che lentamente aveva assunto l’aspetto attuale.

Ritrovamenti nelle zone di Merimda, Beni Salama e nella zona del Faiyum, mostrano che l’economia durante l’età neolitica, era basata sull’allevamento e sull’
agricoltura.
Le
tombe avevano un’abbondante corredo funebre, amuleti e oggetti ornamentali.
Allo stesso periodo risalgono ceramiche lavorate, lance, asce levigate e frecce.

Solitamente si usa dividere il neolotico egiziano in tre grandi fasi:
- La civiltà di Badari che, basata sull’economia agricola e pastorale, era caratterizzata dalla presenza di utensili di pietra, d’osso, di conchiglia, di rame e da  ceramiche. Le necropoli in cui sono state ritrovate statuine femminili, vasi e tavolozze sorgevano lontano dai villaggi.


- Il periodo di Naqada I in cui sono evidenziate non soltanto influenze
nubiane, ma anche asiatiche. Alcune raffigurazioni di canidi testimonierebbero il culto di Seth, appaiono i primi sarcofagi e come nell’epoca faraonica, nell’Alto Egitto i morti sono sepolti con la testa a oriente.

- Il periodo di Naqada II dove è sempre più frequente l’uso del rame a cui si aggiunge l’argento. Dagli elementi iconografici di origine
mesopotamica su oggetti egizi si potrebbe supporre delle invasioni nella valle del Nilo da parte popolazioni asiatiche.

La preistoria
Poche sono le testimonianze dell’età paleolitica. Reperti più abbondanti relativi alla fase mesolitica, si trovano a Helwan, Kom Ombo e nell’oasi di Laqeita

Il periodo arcaico
Nel tardo periodo Gerziano (3100 ca. a.C.) si erano costituiti due regni, uno nell'Alto Egitto, che aveva come capitale la città di Hieraconpolis, e un altro nel Basso Egitto

Antico regno
L'Antico Regno comprende cinque secoli, durante i quali si succedettero quattro dinastie (dalla III alla VI). La capitale era Menfi, città fondata a Sud del delta già nel periodo periodo arcaico precedente.

Il primo periodo intermedio
Con la VII dinastia iniziò il primo periodo intermedio, teatro di continue lotte interne le cui vicende sono abbastanza oscure.

Il medio regno
Sebbene il Medio Regno sia generalmente ritenuto comprensivo dell'intera XI dinastia, esso iniziò in realtà con la riunificazione del paese operata da Mentuhotep II, che regnò dal 2061 al 2010 circa. a.C.

Il secondo periodo intermedio
I sovrani della XIII dinastia – circa cinquanta, che regnarono nel corso di centoventi anni – furono più deboli dei loro predecessori, pur riuscendo a mantenere il controllo della Nubia e a gestire un'amministrazione centralizzata.

Il nuovo regno
Con l'unificazione del paese e la fondazione della XVIII dinastia, ebbe inizio il Nuovo Regno (1580-1085 a.C.) o secondo impero tebano, forse il periodo più fiorente della storia egiziana

La bassa epoca
L'Egitto conobbe un periodo di decadenza sia economica che politica e, pur continuando a svolgere un ruolo importante nel bacino del Mediterraneo, perse la sua egemonia sui paesi vicini.

Periodo Tolemaico
Dopo la morte di Alessandro Magno, ebbe inizio la monarchia dei Lagidi, cosiddetti da Tolomeo figlio di Lago (Tolomeo I Sotere), che nel 305 a.C. assunse il titolo regale.

La riunificazione dell'Egitto
Gli anni del Primo Periodo Intermedio furono segnati da molte lotte clandestine e da una politica espansionistica delle province del regno.

La Nubia
La Nubia fu il punto cardine per i commerci e per gli scambi culturali tra il mondo africano e quello egizio.

Le dinastie saitiche
Durante il periodo libico (VIII secolo), i capi dei Libu e dei Mashawash unificarono intorno a Sais i nomoi del  Delta occidentale, mentre il resto del Paese rimaneva diviso.

Le Dinastie dei Faraoni
Salvo preventiva autorizzazione scritta, è vietata la riproduzione, anche parziale e con qualsiasi mezzo
ANTICO EGITTO TRA STORIA E MITO STORIA DELL'ANTICO EGITTO

Collabora con noi