TRA STORIA E MITO
GUERRA DEL VIETNAM
L'AGENTE ARANCIO
E I RANCH HAND

Sostieni il nostro sito
Menu Ultimi articoli Cerca nel sito Canale You Tube
Guerra del Vietnam”Solamente noi possiamo fermare la foresta”.Questo era il motto dei Ranch Hand.

Chi erano questi uomini, che a bordo di C-123 o C-130 modificati, trasportavano più di 5000 litri di Agente Chimico Arancione?

Cos’era l’Agente Arancione?

Gli uomini dei Ranch Head erano arrivati in Vietnam nel 1966 con lo scopo di aiutare i sud vietnamiti ad eliminare la copertura che la foresta offriva ai capisaldi vietcong.
Gli equipaggi erano composti da scapoli che, se richiesto, accettavano di volare in abiti civili, se catturati il governo americano, poteva far finta di essere completamente all’oscuro.
Alla prima squadra non fu nemmeno detto dov’erano diretti.

I primi voli avevano a bordo piloti sud vietnamiti, e i Ranch Hand era considerati semplici “consiglieri” del programma Farm Gate, ma il comando da parte vietnamita era solo sulla carta e presto furono messi da parte.

Gli aerei erano protetti da piastre in lega di alluminio montate sotto la cabina di pilotaggio, nelle missioni più calde i Ranch Hand erano spesso accompagnati da F-4 Phantom, che avevano il compito di attaccare con razzi e mitragliatrici l’area dell’obiettivo, prima dell’arrivo dei C-130.
Sotto le ali e la coda erano fissati i tubi vaporizzatori, mentre nel vano di carico si trovava il serbatoio MC-Hourglass da 5000 litri e il sistema di pompaggio.
La pompa veniva manovrata dal tecnico di bordo, grazie ad una consolle di vaporizzazione.

All’inizio fu usato il Napalm, l’Agent White e l’Agent Purple ( Agente chimico Bianco e Agente chimico violetto), nome derivante dal colore dei fusti in cui erano contenuti.
Niente però fu efficace quanto l’Agent Orange.
Questo agente chimico contiene un ormone di sviluppo che fa cadere prematuramente le foglie dagli alberi.
Alcune volte, quando la giungla era troppo fitta, gli aerei si avvicinavano a bassa quota e localizzato il punto, sganciavano bombe fumogene; alle volte occorreva attendere anche un minuto prima che il fumo fosse visibile per poter spargere il defoliante allineandolo con le colonne di fumo.

Sin dal 1962 è stato usato anche un altro erbicida, l’Agent Blue, impiegato per distruggere i raccolti allo scopo di impedire che cadessero nelle mani vietcong.

Nel 1969 uno studio condotto dall’Istituto Nazionale sul Cancro degli Stati Uniti, rivelerà che la diossina presente nell’agente arancione, provocava tumori e malformazioni genetiche.

In molte zone vietnamite, il terreno, a causa del fuoco e dell’erosione è diventato roccia, la vegetazione non potrà attecchire mai più.
Circa il 36% delle foreste costiere di mangrovia è stato distrutto.
500.000 ettari di terreno fertile sono stati spianati dai Rome Plows: trattori Caterpillar muniti di un vomere di 2.5 tonnellate.
Altre zone della foresta sono state distrutte dalle bombe incendiarie.
Nelle campagne vietnamite si trovano ancora oltre 20.000.000 crateri prodotti dalle bombe e dai proiettili d’artiglieria.

A vent’anni dalla fine della guerra al Pentagono erano giunte 32.000 richieste d’invalidità presentate dai reduci, a causa dell’Agente Arancione.


POTREBBE INTERESSARTI
L'agente arancio sta ancora avvelenando il Vietnam


L'incidente del Golfo del Tonchino
Il 6 agosto 1964 il Congresso degli Stati Uniti approvò la "Risoluzione del Golfo del Tonchino", con la quale si autorizzava il presidente Lyndon Johnson a prendere tutte le misure necessarie per respingere gli attacchi contro le forze americane.

Napalm e Agente Arancio
I primi voli avevano a bordo piloti sud vietnamiti, e i Ranch Hand era considerati semplici “consiglieri” del programma Farm Gate, ma il comando da parte vietnamita era solo sulla carta e presto furono messi da parte.

Sentiero di Ho Chi Min
Fu un’impresa enorme, ma alla fine il Sentiero di Ho Chi Minh fu trasformato in una rete funzionale di collegamento tra Nord e Sud

Chiamata alle armi
Impopolare, ingiusto e viziato da pregiudizi razziali. Questo fu il sistema d'arruolamento che mandò a combattere 2 milioni di americani.

Vietcong: la tattica
Anche se ben armati, i soldati americani erano letteralmente travolti dai viet cong che attaccavano in massa, si impossessavano delle armi e sparivano nuovamente nella boscaglia

Offensiva del Tet
Gli Stati Uniti erano in Vietnam, da circa tre anni. Perchè furono sorpresi dall'Offensiva del Tet?

L'inferno di Khe Sahn
Quota 881Sud era una delle alture che sovrastavano la base di Khe Sanh, una collina dalle pendici ripide che s’ innalzava di 500m sopra le valli

Salvo preventiva autorizzazione scritta, è vietata la riproduzione, anche parziale e con qualsiasi mezzo



GUERRE E BATTAGLIE TRA STORIA E MITO GUERRA DEL VIETNAM

Collabora con noi