CASTELLO DI GLAMIS

LEGGENDE

Castello di Glamis
Sette stanze segrete in questo meraviglioso castello

Tra tutti i castelli scozzesi, quello di Glamis è uno dei più misteriosi e frequentati (così si dice) dai fantasmi.

Fra le sue mura si aggirano più di una dozzina di spettri.

Una donna senza lingua che guarda attraverso le sbarre di una finestra o corre per il parco indicandosi la bocca sanguinante.
Un bambino che potrebbe essere stato un servo maltrattato,
Il conte Beardie, che si dice abbia perso a carte con il Diavolo.

Ma il vero mistero del castello è una stanza segreta, legata ad un’orribile leggenda.

Si racconta che il conte Patrick Strathmore, uomo violento e dissoluto, avesse rinchiuso in questa camera segreta un suo figlio malato e deforme.

Si dice anche che il conte rinchiudesse i suoi “amici” in questa stanza lasciandoli morire di fame e costringendoli, per la disperazione, a divorarsi gli uni con gli altri.

Agli inizi del Novecento un discendente del conte Patrick decise di trovare la stanza segreta e organizzò una festa.

Gli ospiti girarono per tutte le stanze, appendendo a ciascuna finestra un lenzuolo bianco.

Dopo che ebbero finito si riunirono tutti in giardino e, con loro grande meraviglia, si accorsero che ben sette finestre erano senza lenzuolo.

A quel punto cercarono di individuare le stanze corrispondenti ma … ogni ricerca fu vana.