OGGETTI E SIMBOLI SACRI

ANTICO EGITTO RELIGIONE

Oggetti e simboli sacri

Amuleti
Gli amuleti erano piccoli oggetti che gli egizi portavano con sé credendoli capaci di proteggerli dai mali e dai pericoli. Ognuno di questi oggetti aveva una valenza iconografica e simbolica.
Ank
Simbolo egizio di origini antichissime, l’Ankh significa “vita”, nella duplice accezione di esistenza terrena ed eterna. Nei bassorilievi compare spesso in mano agli dei.
Bennu
Il Bennu era un uccello sacro identificato con la Fenice e rappresentava il Ba del dio Ra, di cui era l’emblema, infatti, nel tardo periodo il geroglifico raffigurante il Bennu era usato per rappresentare il dio sole.
Djed
Questo antichissimo simbolo divino, di cui è ancora incerta la natura, poteva rappresentare un albero sfrondato, un piolo intagliato o la colonna vertebrale di Osiride; era venerato nelle regione di Menfi e da qui ne venne elaborato il culto.

Disco solare
Il disco Solare, fiancheggiato da due grandi ali multicolori, è il simbolo di Edfu e si trova in tutti i santuari dell’Egitto.
Sistro
Il sistro era uno strumento ritmico usato per il culto della dea Hathor.

Scarabeo
Non si sa bene perchè l’insetto sia divenuto il simbolo del divenire e dell’essere, pur essendo il nome egizio molto vicino foneticamente alla parola kheper che significa diventare, probabilmente l’assonanza tra le due parole ha indotto a scegliere lo scarabeo come determinativo geroglifico del divenire
Scarabeo del cuore
Gli scarabei funebri, detti del cuore, recavano invocazioni del defunto dirette al suo cuore o preghiere ai geni che si credeva trattenessero il cuore del morto

Scarabei
Un’ipotesi sull’uso degli scarabei in Egitto
Udjiat o Occhio di Horus
Questo simbolo, che consiste in un occhio truccato sotto il quale è posto il caratteristico segno della testa di falcone, significa “Colui che è in buona salute”

Un pensiero su “OGGETTI E SIMBOLI SACRI

I commenti sono chiusi.