IsideANTICO EGITTO DI ISIDEIside

LA MASTABA
DELLA PRINCIPESSA IDUT

Bassorilievo tomba della principessa Idut
Particolare dei rilievi che decorarono la cappella e il vano che la precede.

Durante gli scavi lungo il muro esterno sud della cinta del faraone Djoser nel 1927 fu messa in luce la mastaba della principessa Idut, probabilmente figlia di Unas , vissuta tra la fine della V e l'inizio della VI dinastia.
La tomba, costruita per il visir Ihy (contemporaneo di Unas), come dimostrano le decorazioni della parete est della seconda sala, fu usurpata dalla principessa.
La mastaba comprende dieci stanze ( cinque decorate, le altre utilizzate come magazzini ), a cui si accede dal lato sud e una cappella.
Questa con l'edicola funeraria č nel punto pių interno della sovrastruttura e la si raggiunge dopo aver attraversato alcune stanze con le pareti ornate di finissimi rilievi, rappresentanti scene di pesca, di caccia all' ippopotamo, del funerale ( il trasporto della statua e della mummia alla tomba ).

Le due ultime camere, la cappella e il vano che la precede, sono consacrate alla preparazione e alla presentazione delle offerte, evocate dalle immagini sulle pareti ( sfilate di portatori di offerte e scene di macello di animali destinati al sacrificio ).
Testi illustrativi accompagnano i rilievi.
Di interesse, ma non sempre accessibili al visitatore, sono le vicine mastabe del giudice e visir Mehu ( poco a est della tomba di Idut ), della regina Nebet ( a sud ) e della regina Khennut ( molto rovinata ).
Nella prima, riportata alla luce nel 1940, le decorazioni hanno ben conservato i loro colori.

Sostieni Antico Egitto di Iside
Cerca nel sito

Salvo preventiva autorizzazione scritta, č vietata la riproduzione, anche parziale e con qualsiasi mezzo, dei suddetti testi o materiale


MASTABE