OTTO IMMORTALI

SIMBOLOGIA

Otto Immortali
La simbologia cinese racconta di Otto immortali che abitavano le Isole dei Beati.

Chang-Kuo-Iao in origine era un pipistrello poi tramutatosi in un uomo, portava con sé una canna di bambù vuota, una piuma della Fenice e la pesca della longevità.

Chung-li Ch’uan era un alchimista che sapeva mutare il mercurio e il piombo in argento giallo e bianco, possedeva la pietra filosofale e poteva librarsi nell’aria.

Hang Hsiang_tzu sapeva far crescere rapidamente i fiori, mentre Ho- Hsien-ku era una donna che portava un magico fiore di loto.

Lan Ts’ai-ho era spesso rappresentato come androgino, con un cesto di fiori e frutti e a volte anche un flauto.

Li T’ieh-Kuai portava una gruccia, come Saturno nell’iconografia astrologica occidentale.

Si narra che il suo corpo fosse stato cremato per errore, mentre la sua anima continuava a vagare, cosicchè fu costretto ad assumere il corpo di un mendicante paralitico. Il suo attributo era una zucca da vino dalla quale s’alzava in volo un pipistrello.

Lu Tung-pin aveva una spada che uccideva i demoni.

Ts’ao Kuochiu, patrono degli attori, vestiva abiti di corte e solitamente teneva in mano due bastoncini sonori .

Questi ” Pa Hsien” venivano in genere raffigurati in un giardino pensile nell’atto di salutare Shouhsing, dio della longevità, che passava in volo su di una gru e rappresentavano un soggetto molto frequente nell’iconografia taoista.

Simbologia: il numero otto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *