MEDICINA PARTE TERZA

ANTICO EGITTO – MEDICINA

Medicina antico Egitto parte terza
Trattamento della emicrania a base di un impiastro di erbe con un coccodrillo di argilla
La struttura sanitaria.

I dottori dipendevano da un dicastero della Sanità presieduto da un grande dei medici dell'”Alto Egitto” e uno dei “Basso Egitto”, dai quali dipendevano gli “ispettori dei medici”,
Esistevano poi i titoli dì “soprastante alla casa della salute, nonché di medici addetti ai corpi sacerdotali, colonie agricole, colonie militari, villaggi operai e reparti militari.

Il medico generico (semu) doveva intendersi anche di veterinaria, trattata negli stessi libri di medicina.

Molti aggiungevano al titolo una o più specializzazioni. Semu degli occhi, della testa, dei denti e così via. La leadership scientifica della categoria era rappresentata dai “medici di Palazzo« che erano aggregati alla Casa della Vita, l’alta scuola di tutte le scienze.
Anche l’organizzazione farmaceutica era gerarchizzata, con un “capo farmacista”, che dirigeva e controllava i “conservatori dei farmaci” coadiuvati da tecnici. Le cure prestate dal medico, quando non era d’ufficio come sanitario di un corpo sacerdotale o di una colonia, erano pagate in natura.

I grandi interventi chirurgici: leggenda o realtà?

I casi chirurgici venivano curati con l’uso dei bisturi soltanto per i tumori esterni.
Il vocabolario medico reca diversi nomi di bisturi, ma non conosciamo a quali tipi di strumento essi corrispondano. E’ probabile che si usassero lame simili a rasoi e coltelli comuni di bronzo. I chirurghi militari chiudevano le ferite sia bruciando i tessuti con il ferro rovente o con sostanze caustiche, sia applicando punti. E’ probabile che in questi casi non si ricorresse neppure all’anestesia, ottenuta, almeno a partire dal Nuovo Regno, con il papavero sonnifero, in pratica l’oppio.

L’igiene.

I Papiri danno poche notizie sull’ igiene. Si consiglia, ad esempio, di lavarsi il corpo, e in particolare il viso, la bocca e i denti al mattino. Le mani prima e dopo i pasti. Indossare vesti di lino, come abiti, oltre al gonnellino o la tunica. Usare un panno triangolare stretto ai fianchi per proteggere i genitali. Importante è, inoltre, sostenersi con una colazione, un pranzo leggero e una cena abbondante.
Per dormire, meglio usare un letto dotato di rete elastica, con materasso vegetale e coperte di lino.
Si consiglia di limitarsi alla birra e al vino. In età avanzata è concesso qualche blando afrodisiaco, principalmente la lattuga, pianta sacra al dio della fecondità Min.
La pulizia della persona, delle vesti e della casa si ottiene con grande abbondanza di acqua, incensi e salnitro.

Il clima generalmente buono e una vita semplice, alquanto attiva e quasi tutta all’aria aperta, faceva il resto. Rilievi dell’antico Egitto mostrano che venivano praticati massaggi e che era in uso la circoncisione.

Medicina Parte Prima
Medicina Parte Seconda
Medicina Parte Terza
L’oftalmologia
La gravidanza e il parto
I papiri medici
La circoncisione
Medicina e magia nell’Antico Egitto

POTREBBE INTERESSARTI
Galeno
Il più grande medico dell’antichità
Medicina ed erboristeria
Le erbe sono state una delle forme principali di medicina medievale, ereditate da un sapere di tempi molto più antichi.