MENHIR

SIMBOLOGIA

Menhir
Menhir a Carnac nel Morbihan

Il Menhir (dal bretone men e hir “pietra lunga”) è un pilastro interrato a forma di obelisco non sgrossato. Era associato a culti religiosi e poteva raggiungere anche più di venti metri di altezza.

L’uso di erigere costruzioni in pietra mettendo insieme rozzamente blocchi di roccia spesso monumentali, era ampiamente diffuso in Europa, Africa e Asia.

In numero maggiore possiamo trovarli nell’Europa Occidentale, in particolare in Bretagna e nelle isole britanniche.

Eretti nel periodo preistorico, furono creati nel contesto della cosiddetta cultura megalitica che fiorì in Europa e dintorni.

I Menhir sono interpretati come monumenti fallici nel senso di simboli preposti ad assicurare una durevole fecondità. Per gli etnologi, invece, sono da considerare come seggi delle anime, dai quali o sui quali le anime dei defunti sepolti nelle tombe vicine dovevano proteggere il territorio.

Altre possibilità d’interpretazione sono quelle rappresentate dalla necessità di segnare in modo evidente un luogo sacro.

Nelle vicinanze di Carnac (Morbihan, Bretagna) si estende un intero campo costellato di viali composti di Menhir disposti in più file, che si ritiene avessero una funzione di rilevamento astronomico.

Potrebbe anche trattarsi di un modo di celebrare l’aspetto eterno delle processioni (pellegrinaggio) verso luoghi sacri (tombe megalitiche di personaggi importanti), o di una simbologia religiosa ormai incomprensibile.

POTREBBE INTERESSARTI

Antico Egitto: Obelisco


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *