ARCA DELL’ALLEANZA

LEGGENDE

Arca dell'alleanza
Con il Santo Graal è la reliquia più ricercata della storia.

Costruita in legno d’acacia e oro puro per contenere i Dieci Comandamenti consegnati a Mosè, l’Arca dell’Alleanza è citata per la prima volta nell’Antico Testamento.

Gli ebrei la trasportarono nel corso del loro peregrinare nel deserto, sino a depositarla all’interno del Tempio di Salomone a Gerusalemme.

Secondo la tradizione l’Arca, in quanto manifestazione fisica di Dio, sarebbe stata dotata di un potere straordinario, capace di provocare disastri e sconfitte ai nemici degli Ebrei.

E’ grazie all’arca che le acque del Giordano si separarono per far passare gli Ebrei e che le mura di Gerico crollarono per permettere a essi di conquistare la città.

Il racconto biblico narra che l’Arca scomparve in cielo:
“Allora si aprì il tempio di Dio nel cielo e apparve l’Arca dell’Alleanza”.

Stando all’interpretazione comune degli storici l’Arca sarebbe andata distrutta nel 587 a.C., quando i Babilonesi, guidati dal re Nabucodonosor, conquistarono Gerusalemme e distrussero il Tempio.

Non tutti, però, accettano questa tesi.

Secondo Richard Friedman, docente di religione ebraica all’Università della California, non vi è alcun cenno che l’Arca fu portata via, e neanche un commento del tipo:
“E quindi l’Arca sparì e non sappiamo cosa sia avvenuto o dove sia”.
“L’oggetto più importante del mondo, dal punto di vista biblico, è semplicemente scomparso dalla storia”.

Tra le varie ipotesi, c’è chi pensa che l’Arca sia stata sottratta dal Tempio prima dell’arrivo dei Babilonesi.

“Nell’anno quinto del regno Roboamo (1) Seshonq I, faraone dell’antico Egitto, portò via tutti i tesori del Tempio del Signore, ogni cosa, anche gli scudi d’oro lasciati da Salomone”.

Se il faraone portò via ogni cosa, è lecito pensare che portò via anche l’Arca.
Arca dell'alleanza
Templari

Secondo un’altra teoria furono i cavalieri Templari che la ritrovarono nascosta in un sotterraneo del tempio di Salomone. L’arca fu trasportata insieme con altri tesori, in un altro luogo segreto, forse la Cattedrale di Chartres o la Cappella di Rosslyn in Scozia.

Nel 1760 l’archeologo James Bruce, uno dei pionieri dell’esplorazione africana, trovò un documento dal quale si presupponeva un possibile legame tra l’Etiopia e gli Ebrei.

Secondo questa tesi la regina di Saba avrebbe avuto da re Salomone un figlio che fu chiamato Menelik. Quest’ultimo rubò l’Arca dal Tempio e la portò in Etiopia, e più precisamente ad Axum.

Grazie alle ricerche del giornalista inglese Graham Hancock, sappiamo che esiste un tempio in cui si dice sarebbe stata conservata l’Arca.

“Il fatto che esistesse – scrisse Hancock – una popolazione di ebrei etiopi che praticavano l’ebraismo dell’Antico Testamento, che un paese cristiano venerasse una reliquia pre-cristiana e che non esistesse nessun altro paese che sostenesse di possedere la vera Arca erano misteri a cui volevo dare una risposta”.

Honcock proseguì per due anni le sue ricerche e scrisse un libro di quasi seicento pagine, “Il mistero del Sacro Graal”.

Le sue conclusioni tuttavia non hanno fatto chiarezza sulle tante domande che il giornalista si poneva. Infatti, al termine del suo viaggio, il guardiano del tempio di Axum gli impedì l’ingresso. Nessuno, oltre al guardiano, poteva vedere l’Arca, dunque l’unica prova dell’esistenza della stessa era la parola del guardiano.

C’è un altro interrogativo che molti studiosi e ricercatori si sono posti:

che cosa era questo misterioso oggetto?

C’è stato chi le ha attribuito poteri soprannaturali basandosi sulle descrizioni bibliche. Chi, come von Daniken, è convinto che l’Arca fosse una sorta di radio con cui le astronavi di passaggio comunicavano al profeta la loro volontà.

Due appassionati di questa tesi, gli inglesi Blackburn e Bennett, cercarono di saperne di più. Nella Bibbia si dice che chi trasportava l’Arca doveva vestirsi in un certo modo e nessuno poteva toccarla.

Accadde che durante un trasporto l’Arca sembrò rischiare di cadere, un israelita di nome Uzzah allungò le mani per sostenerla e morì all’istante, come fulminato.

E se l’Arca, si chiesero i due inglesi, fosse stata un primitivo condensatore elettrico?

Nella Bibbia è descritta come una cassa di legno dorato con due cherubini d’oro sul coperchio le cui ali sono rivolte verso l’interno e si sfiorano. Questa forma ricorda la giara di Leida, uno dei primi condensatori elettrici nella storia della fisica.

Tutto molto interessante, ma più che aver risposte, troviamo nuovi quesiti.

Come avrebbero scoperto le proprietà dell’elettricità statica gli antichi Ebrei? Come la caricavano elettricamente prima di portarla in processione? E qual era l’utilità di un simile oggetto, oltre al fatto di mandare potenti scariche elettriche?

Arca dell'alleanza
Barca processionale

Poniamoci anche un’altra domanda:

e se l’Arca l’avessero inventata gli antichi egizi?

Secondo Gianantonio Borgonovo, docente di Esegesi del Primo Testamento alla Facoltà teologica dell’Università Cattolica di Milano, ogni narrazione deve avere un aggancio storico. E’ bene rimarcare che dell’Arca non scrive nessun contemporaneo, se si esclude il profeta Geremia.

“Ma il suo testo – continua Borgonovo – è stato riveduto e corretto almeno un secolo dopo, quando il Tempio era già stato distrutto”.

Nei testi biblici l’Arca compare soltanto dopo che il primo Tempio di Salomone fu distrutto e probabilmente l’Arca non si era mai trovata lì. Sarebbe quindi solo un’immagine carica di simboli che diventò un oggetto di riferimento per la tradizione cristiana: quello che contiene una copia delle Tavole, della manna e del bastone di Aronne.

Rimane ancora una domanda.

Perché scegliere proprio l’arca come simbolo?
Forse dipende dalle origini egizie della tradizione israelitica, non a caso fu Tutankhamon a realizzare la più bella descrizione esistente dell’Arca.

Fu il faraone bambino a volere che, sulle pareti istoriate del colonnato che si estende verso est, dal palazzo di Ramses II, a Luxor, fosse inciso un racconto. Sulla parete è rappresentata una raffigurazione simbolica della festa di Opet ricorrenza dell’anno egizio che annunciava il culmine della piena del Nilo, da cui dipendeva la successiva annata agricola.

Sul muro si nota un disegno che sembra rappresentare un’arca, sollevata a spalla mediante aste di trasporto da un gruppo di sacerdoti.

Solo che qui non si tratta di una cassa, ma di una vera e propria imbarcazione in miniatura, sorretta da portantini, come nel contesto biblico.

Il legame tra la festa Opet e l’Arca dell’Alleanza è evidente se si pensa al fatto che gli Egizi usavano portare gli dei in processione all’interno di quei modellini d’imbarcazioni, sostenute dagli uomini per mezzo di doghe.

Durante le feste di Opet, quindi, le barche contenevano piccole riproduzioni di pietra delle divinità egizie, proprio come l’Arca degli Ebrei conteneva le tavole di pietra, il simbolo del Dio d’Israele.

1 – Fu il primo re di Giuda quando alla morte del re Salomone il Regno di Giuda e Israele si divise in due regni rivali. Era figlio di Salomone e della moglie ammonita Naama. Regnò per diciassette anni dal 931 al 914 a.C. e alla sua morte gli succedette il figlio Abia di Giuda.

LA GIARA DI LEDA

Inventata nel 1745 dall’olandese Van Musschenbroek, la giara o bottiglia di Leida (dal nome dell’omonima città olandese) è il prototipo del condensatore elettrico.

Un recipiente di vetro all’interno ricoperto per 2/3 da sottili fogli di stagno. All’esterno altre foglie di stagno incollate alla bottiglia fungono da armatura esterna, mentre un’asta conduttrice, sulla cui cima si trova una sferetta conficcata nel tappo di sughero della bottiglia, funge da armatura interna.

Il vetro è l’isolante.

La bottiglia si carica mediante una macchina elettrostatica, ponendo un’armatura a contatto con il polo positivo della macchina e l’altra con dei manici isolanti.

Mettendo in contatto una sferetta con l’armatura esterna e l’altra con il bottone della bottiglia, tra le sferette scocca una scintilla.

La bottiglia di Leida fu utilizzata per tutto l’Ottocento quale elemento costante negli esperimenti di elettricità.

Tratto da Focus 2007 “Dov’è l’Arca dell’Alleanza” di Massimo Polidoro

POTREBBE INTERESSARTI

Il Santo Graal

27 pensieri riguardo “ARCA DELL’ALLEANZA

  • Pingback: Leggende - - Tra Storia e Mito

  • Luglio 1, 2021 in 4:11 am
    Permalink

    You could certainly see your skills within the
    article you write. The world hopes for even more passionate writers like you who are
    not afraid to mention how they believe. At all times go after
    your heart.

  • Luglio 6, 2021 in 2:16 pm
    Permalink

    An intriguing discussion is worth comment.

    I do believe that you need to publish more about this issue, it might not be a
    taboo matter but usually folks don’t talk about such issues.
    To the next! All the best!!

  • Luglio 6, 2021 in 3:58 pm
    Permalink

    Hello! Do you know if they make any plugins to assist with Search Engine Optimization? I’m trying to get my
    blog to rank for some targeted keywords but I’m not seeing very good results.

    If you know of any please share. Kudos!

    Feel free to visit my webpage … Mega Arise

  • Luglio 6, 2021 in 7:48 pm
    Permalink

    This is very interesting, You are a very skilled blogger. I’ve joined your rss feed and look
    forward to seeking more of your excellent post. Also, I’ve shared your
    website in my social networks!

  • Luglio 7, 2021 in 2:59 am
    Permalink

    I’m not that much of a online reader to be honest but your blogs really nice, keep it up!
    I’ll go ahead and bookmark your website to come back later.
    Many thanks

    Here is my web-site … king855 kiosk download

  • Luglio 7, 2021 in 3:14 am
    Permalink

    Hi there, I do believe your blog might be having internet browser compatibility issues.

    Whenever I look at your blog in Safari, it looks fine
    however, when opening in IE, it has some overlapping issues.

    I merely wanted to give you a quick heads up! Besides that, great blog!

    My web blog; NZT-48 Pills

  • Luglio 7, 2021 in 6:21 am
    Permalink

    Definitely believe that which you stated. Your favorite reason appeared to be on the internet
    the simplest thing to be aware of. I say to you, I certainly get irked while people
    think about worries that they just do not know about. You managed to hit the nail upon the top and defined
    out the whole thing without having side effect , people can take a signal.
    Will likely be back to get more. Thanks

    Also visit my web-site; i1 3win8

  • Luglio 7, 2021 in 6:42 am
    Permalink

    Have you ever considered writing an ebook or guest authoring on other
    websites? I have a blog based on the same topics you discuss and would really like to have you share some stories/information. I
    know my audience would value your work. If you’re even remotely
    interested, feel free to send me an e mail.

    Here is my web-site: Divine Dynamic Keto Reviews

  • Luglio 7, 2021 in 7:38 am
    Permalink

    Excellent weblog here! Also your site rather a lot
    up very fast! What host are you using? Can I
    get your associate hyperlink to your host? I want my web site loaded up as quickly as yours
    lol

    Feel free to surf to my web-site slot game joker123

  • Luglio 7, 2021 in 8:59 am
    Permalink

    Hmm it appears like your website ate my first comment (it
    was extremely long) so I guess I’ll just sum it up what I wrote and say, I’m thoroughly enjoying your blog.
    I too am an aspiring blog writer but I’m still new to everything.

    Do you have any tips and hints for first-time blog writers?
    I’d certainly appreciate it.

    Check out my web blog :: download playboy2 original

  • Luglio 7, 2021 in 9:43 am
    Permalink

    I’m truly enjoying the design and layout of your site.

    It’s a very easy on the eyes which makes it much more enjoyable for me to come here and visit more often. Did you hire out a designer to create your theme?
    Exceptional work!

    Stop by my web page game epicwin

  • Luglio 7, 2021 in 12:22 pm
    Permalink

    Hi, i read your blog from time to time and i own a similar one and i
    was just curious if you get a lot of spam feedback?
    If so how do you protect against it, any plugin or
    anything you can advise? I get so much lately it’s driving me insane so any assistance is
    very much appreciated.

    my blog; 800ws.net

  • Luglio 7, 2021 in 1:07 pm
    Permalink

    Exceptional post however , I was wanting to
    know if you could write a litte more on this subject?

    I’d be very grateful if you could elaborate a
    little bit more. Cheers!

    Also visit my blog post … Keto Boom BHB Review

  • Luglio 15, 2021 in 6:26 am
    Permalink

    I blog often and I truly thank you for your content. The article has truly
    peaked my interest. I’m going to book mark your site and keep checking for new details about once a
    week. I opted in for your Feed as well.

    Feel free to surf to my homepage :: HB Blood Boost Review

  • Luglio 15, 2021 in 8:19 am
    Permalink

    These are truly great ideas in concerning blogging.
    You have touched some pleasant factors here.
    Any way keep up wrinting.

    my homepage … Apl Playboy2

  • Luglio 20, 2021 in 5:25 pm
    Permalink

    Hi, I do think this is a great web site. I stumbledupon it 😉 I am going to come back yet again since i have bookmarked it.
    Money and freedom is the best way to change, may you be rich and continue
    to help others.

    Feel free to visit my webpage: king855 pc download

  • Luglio 26, 2021 in 8:43 am
    Permalink

    Wow that was strange. I just wrote an very long comment but after I clicked submit my
    comment didn’t show up. Grrrr… well I’m not writing all that over again. Anyhow, just
    wanted to say superb blog!

    Feel free to surf to my site http://www.arera.org.uk

  • Agosto 9, 2021 in 7:14 am
    Permalink

    Nice answers in return of this question with genuine arguments
    and explaining all about that.

I commenti sono chiusi.