EBRAISMO

Ebraismo
Il sacrificio di Isacco,
Caravaggio,
Galleria degli Uffizi

Nel 2.000 a. C. una tribù di pastori semiti, guidati dal patriarca Abramo, si mosse dalla Mesopotamia e si trasferì nella “Terra Promessa” cioè in Palestina, sulle rive del Giordano.

Qui gli Ebrei vissero pacificamente sotto la guida di altri patriarchi (tra cui Isacco e Giacobbe), fino a quando una terribile carestia non li indusse a cercare rifugio in Egitto, dove essi rimasero ben 400 anni.

Ebraismo
Mosè

Mosè li ricondusse verso l’antica terra di Abramo dopo un viaggio durante il quale il patriarca ricevette dal signore le Tavole dei Dieci Comandamenti.

Morto Mosè, gli Ebrei giunsero finalmente in patria sotto la guida di Giosuè. Qui si divisero in dodici tribù indipendenti, che per un certo periodo furono governate da un giudice.

In seguito, essi elessero il loro primo re: Saul (circa 1.025 a.C.)

Suo genero Davide conquistò Gerusalemme e ne fece la capitale del Regno d’Israele.

Salomone, figlio di Davide, abbellì la città con una reggia e un tempio grandioso, ma impose al popolo tasse molto gravose e nacquero lunghi dissidi.

Quindi gli Ebrei si divisero in due regni: il Regno d’Israele, con capitale Samaria, e il Regno di Giuda, con capitale Gerusalemme.

Gli Assiri conquistarono il Regno d’Israele nel 722 a.C. e Nabucodonosor distrusse Gerusalemme nel 586 a.C., portando schiavi gli Ebrei a Babilonia.

Quando Ciro il Grande, re dei Persiani, distrusse il secondo Impero Babilonese, gli Ebrei ritornarono in patria e ricostruirono Gerusalemme.

Più tardi, furono conquistati dal Greci e poi dai Romani i quali nel 70 d.C. distrussero nuovamente Gerusalemme.

1948 – Nasce lo Stato di Israele

Shoah testi a cura del Dr. Wolf Murmelstein
Per comprendere dobbiamo domandarci: dove,perchè,come,quando,chi.

Cronologia della Shoah
A cura del Dr. Wolf Murmelstein

La soluzione finale Auschwitz – Birkenau
Testo di Sabrina Bologni – Fotografie di Luciano Zublena

Il calendario ebraico

La Bibbia come fonte storica


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *