SAN BRANDANO E IL VIAGGIO VERSO L’EDEN

IRLANDA – – LEGGENDE

San Brandano
Miniatura dal Manuscriptum translationis germanicae Cod. Pal. Germ. 60, fol. 179v (University Library Augsburg, Germany), 1460 c.

San Brandano nacque nel 484 nella contea del Kerry in Irlanda. Cresciuto da Santa Ita di Killeedy, la “Brigida del Munster”, fu ordinato sacerdote nel 512. Brandano era uno dei Dodici apostoli d’Irlanda. Secondo quanto riportato dalla Bibliotheca Sanctorum tra il 512 e il 530 costruì monasteri e chiese in vari luoghi dell’Irlanda.
La leggenda, vuole che proprio da una di queste costruzioni, ai piedi del Monte Brandon, partì per il suo viaggio in cerca dell’Eden.

Brandano, partito dall’Irlanda con diciassette monaci, viaggiò per sette anni.

I monaci sbarcarono su molte isole. In una di queste, trovarono cibo e bevande preparati appositamente per loro, ma nessuna anima viva, mentre in un’altra isola trovarono delle pecore grandi come tori.
Famoso è l’incontro con un grande mostro marino che scambiano per un’isola, dove si fermarono per celebrare la messa di Pasqua. Incontrarono il Paradiso degli Uccelli, i grandi vecchi della comunità di sant’Albeo, l’Isola degli Uomini Forti e l’eremita Paolo.

Dopo aver visitato molte isole, finalmente i monaci giunsero all’ isola Promessa ai Santi” e poterono visitare l’Eden.

Per quaranta giorni i monaci esplorarono l’isola in lungo e in largo finchè, giunti sulla riva di un fiume un giovane, dopo averli benedetti, disse che potevano tornare in patria. Nel X secolo le leggendarie avventure di Brandano furono scritte nel libro “La navigazione di San Brandano”. In seguito l’opera fu tradotta in molte altre lingue.

Secondo alcuni autori san Brandano avrebbe raggiunto le Isole Fær Øer, l’Islanda o addirittura l’America. Si dice che abbia scoperto le isole Canarie, dove è venerato con il nome di San Borondòn.