STORIA DELL’ANTICO EGITTO

MEDIO REGNO

Storia dell'antico Egitto - Medio Regno. Tempio Amon - Luxor
L’ingresso del
Tempio di Amon
a Luxor

Sebbene il Medio Regno sia generalmente ritenuto comprensivo dell’intera XI dinastia, esso iniziò in realtà con la riunificazione del paese operata da Mentuhotep II, che regnò dal 2061 al 2010 circa. a.C.

Nonostante alcune ribellioni, il sovrano riuscì a mantenere saldo il controllo sul regno.

A seguito della sostituzione di numerosi governatori e del trasferimento della capitale a Tebe, il faraone fece costruire il proprio monumento funerario a Deir el-Bahari.

Il regno di Amenemhat I, primo sovrano della XII dinastia, vide un periodo di pace. Egli spostò ancora la capitale vicino a Menfi, ridimensionando la centralità politica di Tebe allo scopo di favorire l’unità del regno. In compenso, venne data preminenza al culto del dio tebano Amon.
Amenemhet pretese un giuramento di fedeltà personale da tutti i governatori, il comportamento dei quali fu da allora in poi sottoposto a un severo controllo. Ristrutturò la burocrazia , dando vita a una nuova classe composta da scribi e amministratori.

La letteratura si sviluppò prevalentemente come mezzo per promuovere l’immagine del faraone come guida del popolo, dotato di umanità, di generosità, invece che come dio inaccessibile.

Inoltre il faraone non fu più considerato come l’unica persona cui era concessa la facoltà di sopravvivere dopo la morte, Così il rito della mummificazione fu progressivamente esteso anche alle fasce socialmente più basse. Durante gli ultimi dieci anni del suo regno, Amenemhat, per evitare lotte per la successione o usurpazioni, associò al trono il figlio, Sesostri. Diede così inizio a una consuetudine che sarà poi quasi sempre rispettata.

La Storia di Sinuhe, capolavoro letterario che tratta di quell’epoca, lascia intendere che il re fu assassinato.

I successori proseguirono i programmi di Amenemhet. Il figlio, Sesostri I (1962-1928 ca. a.C.) continuò la politica espansionistica in Nubia dove costruì delle fortezze, dopo aver raggiunto la seconda cataratta del Nilo. Stabilì legami commerciali con i regni circostanti. Inviò governatori in Palestina e in Siria e combatté contro i popoli libici.

Sesostri II (che regnò dal 1895 al 1878 ca. a.C.) iniziò la bonifica della regione di Al-Fayyum e diede stabilità alla conquista della Nubia. Il suo successore Sesostri III (1878-1843 ca. a.C.) fece scavare un canale in prossimità della prima cataratta del Nilo. Istituì un esercito permanente e costruì nuove fortificazioni lungo il confine meridionale. Inoltre, suddivise il regno in tre unità geografiche, ognuna controllata da un ufficiale sottoposto direttamente alla supervisione del suo primo ministro (visir), non riconoscendo più alcuna autorità alla nobiltà provinciale.

Medio Regno - Amenemhat III,
Amenemhat III,

Amenemhat III, infine, continuò la politica attuata dai predecessori ed estese le aree coltivabili, portando a termine la bonifica della regione del Fayyum e avviando una vasta riforma agraria. Intensificò anche i commerci verso le regioni del Vicino Oriente.

Sotto i sovrani di Tebe, l’Egitto conobbe una notevole rinascita culturale.

L’architettura e l’arte del periodo rivelano una straordinaria delicatezza di tratti, e in questa fase si sviluppò quella che viene considerata l’età d’oro della letteratura egizia.

Tra le opere architettoniche più importanti del Medio Regno si ricordano le piramidi di Sesostri II e di Amenemhet III. Nella statuaria si affermò una nuova tendenza: le statue dei faraoni non erano più solenni e impassibili, ma riflettevano nei tratti del volto una concezione più umana e meno divina del sovrano, impegnato a occuparsi del benessere del suo popolo.

  • Preistoria
    Poche sono le testimonianze dell’età paleolitica. Reperti più abbondanti relativi alla fase mesolitica, si trovano a Helwan, Kom Ombo e nell’oasi di Laqeita
  • Periodo arcaico
    Nel tardo periodo Gerziano (3100 ca. a.C.) si erano costituiti due regni, uno nell’Alto Egitto, che aveva come capitale la città di Hieraconpolis, e un altro nel Basso Egitto
  • Antico Regno
    Comprende cinque secoli, durante i quali si succedettero quattro dinastie (dalla III alla VI). La capitale era Menfi, città fondata a Sud del delta già nel periodo periodo arcaico precedente.
  • Primo Periodo Intermedio
    Con la VII dinastia iniziò il primo periodo intermedio, teatro di continue lotte interne le cui vicende sono abbastanza oscure.
  • Medio Regno
    Sebbene il Medio Regno sia generalmente ritenuto comprensivo dell’intera XI dinastia, esso iniziò in realtà con la riunificazione del paese operata da Mentuhotep II
  • Secondo Periodo Intermedio
    I sovrani della XIII dinastia furono più deboli dei loro predecessori, pur riuscendo a mantenere il controllo della Nubia e a gestire un’amministrazione centralizzata.
  • Nuovo Regno
    Il Nuovo Regno fu il periodo più fiorente della storia egizia, grazie ai faraoni Ramessidi e al ribelle Akhenaton
  • La bassa epoca
    L’Egitto conobbe un periodo di decadenza sia economica che politica e, pur continuando a svolgere un ruolo importante nel bacino del Mediterraneo, perse la sua egemonia sui paesi vicini.
  • Periodo Tolemaico
    Dopo la morte di Alessandro Magno, ebbe inizio la monarchia dei Lagidi, cosiddetti da Tolomeo figlio di Lago (Tolomeo I Sotere), che nel 305 a.C. assunse il titolo regale
  • La riunificazione dell’Egitto
  • La Nubia
    Fu il punto cardine per i commerci e per gli scambi culturali tra il mondo africano e quello egizio.
  • Le dinastie saitiche
    Durante il periodo libico (VIII secolo), i capi dei Libu e dei Mashawash unificarono intorno a Sais i nomoi del  Delta occidentale, mentre il resto del Paese rimaneva diviso.
  • Le Dinastie dei Faraoni

2 pensieri riguardo “STORIA DELL’ANTICO EGITTO

I commenti sono chiusi.