SMERALDO

SIMBOLOGIA

Smeraldo

Lo smeraldo è associato al segno zodiacale della vergine e al pianeta Giove, mentre quello di color azzurrognolo era ritenuto sacro a Venere.

Gli antichi “libri di pietra” gli attribuivano la virtù di allontanare le tempeste e il cattivo tempo e di aiutare gli schiavi a ottenere la libertà.

Secondo una leggenda dell’Antica Roma, l’imperatore Nerone guardava i combattimenti dei gladiatori attraverso uno smeraldo verde.

In alcuni testi medioevali troviamo scritto che la pietra proveniva dalla corona di Lucifero che la perse dopo essere stato cacciato dal Paradiso.

Raccolta dagli angeli fu scolpita a forma di calice con 144 angoli, in seguito avrebbe raccolto il sangue di Cristo divenendo il leggendario calice che tutti conosciamo: il Sacro Graal.

Proprio per questa sua provenienza luciferina, lo smeraldo, aiutava in modo particolarmente efficace la lotta contro le forze del male.

Lo smeraldo è legato alla conoscenza segreta e posto sotto la lingua darebbe all’uomo il poter di profetizzare. Incastonato nell’oro protegge dai pericoli e dagli spiriti malvagi.

Lo smeraldo è il simbolo della vitalità cosmica, della forza e della felicità interiore.

Il colore verde ne fece un potente simbolo dell’acqua e della fecondità della pioggia, incarnando le qualità associate alla Grande Madre dai molti nomi: Iside, Afrodite, Ishtar, Astarte e Inanna.

Nelle descrizioni dell’antico Messico si parla spesso di pietre preziose di color verde; potrebbe trattarsi sia dello smeraldo sia della giada, anche in questa cultura il colore verde era associato simbolicamente al potere fertilizzante della pioggia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.