L’INCIDENTE DEL GOLFO DEL TONCHINO

GUERRA DEL VIETNAM

L'incidente del Golfo del Tonchino

Il 6 agosto 1964 il Congresso degli Stati Uniti approvò la “Risoluzione del Golfo del Tonchino”, con la quale si autorizzava il presidente Lyndon Johnson a prendere tutte le misure necessarie per respingere gli attacchi contro le forze americane.

Perchè questa risoluzione?

Il 2 agosto 1964, il cacciatorpediniere Maddox, mentre navigava nelle acque del Tonchino, fu attaccato da tre motovedette vietnamite. Due riuscirono a lanciare i siluri, mancando però il bersaglio, la terza ne lanciò uno che non esplose e poi fu affondata.

Il 3 agosto il Maddox insieme al C. Turner Joy, fecero ritorno nel Golfo del Tonchino, mentre era in corso un violento temporale che provocò un malfunzionamento nei sistemi radar e sonar.

Ad un certo punto il capitano del Maddox, ingannato dai sistemi di bordo, si convinse che stava per essere attaccato e chiese l’intervento dei Crusader della portaerei Ticonderoga.

I cacciatorpedinieri cominciarono a sparare in ogni direzione.

Non appena ricevuto il rapporto di questo secondo “incidente” Johnson reagì. In diretta TV annunciò che l’aggressione nord vietnamita non sarebbe rimasta impunita e ordinò attacchi aerei di ritorsione contro obiettivi costieri nemici.

Non si riuscì mai a stabilire se veramente ci fosse stato un attacco contro i cacciatorpedinieri.

L’unica cosa certa era che i sistemi elettronici quella sera non funzionavano, ma c’è il fondato sospetto che Johnson abbia sfruttato l’occasione.

Si trattava forse di una mossa cinica nell’anno delle elezioni presidenziali?

L’incidente del Golfo del Tonchino
Il 6 agosto 1964 il Congresso degli Stati Uniti approvò la “Risoluzione del Golfo del Tonchino”, con la quale si autorizzava il presidente Lyndon Johnson a prendere tutte le misure necessarie per respingere gli attacchi contro le forze americane.

Imboscata nel Triangolo di Ferro
Agosto 1965 Le Truppe USA intraprendono le operazioni nel famoso Triangolo di Ferro, uno dei principali santuari del fronte di liberazione.

Napalm e Agente Arancio
I primi voli avevano a bordo piloti sud vietnamiti, e i Ranch Hand era considerati semplici “consiglieri” del programma Farm Gate, ma il comando da parte vietnamita era solo sulla carta e presto furono messi da parte.

Sentiero di Ho Chi Min
Fu un’impresa enorme, ma alla fine il Sentiero di Ho Chi Minh fu trasformato in una rete funzionale di collegamento tra Nord e Sud

Arruolamento
Impopolare, ingiusto e viziato da pregiudizi razziali. Questo fu il sistema d’arruolamento che mandò a combattere 2 milioni di americani.

Le truppe USA
Tra gennaio e dicembre del 1965, il numero dei soldati americani salì da 23.000 a 184.000 unità.

I nuovi arrivati
In Vietnam un soldato appena arrivato era trattato dal suo plotone come una non-persona da evitare finché non diventava come gli altri

Vietcong: la tattica
Anche se ben armati, i soldati americani erano letteralmente travolti dai viet cong che attaccavano in massa, si impossessavano delle armi e sparivano nuovamente nella boscaglia

Offensiva del Tet
Gli Stati Uniti erano in Vietnam, da circa tre anni. Perchè furono sorpresi dall’Offensiva del Tet?

Nasce la protesta pacifica
“Sono convinto che bombardare con il napalm i villaggi vietnamiti sia un atto immorale”

L’inferno di Khe Sahn
Quota 881Sud era una delle alture che sovrastavano la base di Khe Sanh, una collina dalle pendici ripide che s’ innalzava di 500m sopra le valli

Programma Phoenix
A causa dell’alto numero di esecuzioni il programma Phoenix fu accusato di essere un programma di massacro voluto dalla CIA. Alcuni membri dichiararono in seguito, che le uccisioni indiscriminate erano frequenti.

Operazione Starlite
L’Operazione Starlite, 18 agosto 1965, fu il primo impegno importante degli Stati Uniti in Vietnam

Operazione Ivory Coast
Il 21 Novembre 1970 una forza d’assalto americana attaccava un complesso militare nord-vietnamita per liberare dei prigionieri di guerra.

Medevac
Le missioni di evacuazione sanitaria seguivano tutte la stessa procedura. Veniva richiesto l’intervento di un elicottero “medevac” con una chiamata priorità-1

La mobilità aerea
La prima guerra combattuta da elicotteri, fu proprio quella del Vietnam

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.