UOMINI DI PIETRA

SIMBOLOGIA

Uomini di pietra

L’uomo, ad imitazione del dio-universo creante l’umanità, tende a popolare la terra di statue di pietra.

Il bisogno di creare è il segno della vita e si manifesta in tutti i regni.

Per molto tempo i nostri avi hanno creduto che fosse un sacrilegio imitare la divinità nella sua creazione più elaborata: l’uomo. Senza dubbio è per questo che i Celti hanno lasciato ben poche immagini umane e si astenevano, nell’età più antica, dal tagliare i menhir e i dolmen.

Gli Ebrei e gli Arabi ereditarono questa superstizione e non se ne sono discostati dopo Mosè e Maometto, forse perché inclini, più degli altri popoli, alla pratica della magia.

Le tradizioni – ma forse si tratta di un simbolismo – assicurarono che vi fu un tempo in cui le statue si animarono ed entrarono in lotta contro gli uomini che le avevano create.

E’ , senza dubbio, una leggenda. Ma la verità è così fantastica che si può lasciar vagabondare l’immaginazione in una fanta-ricerca in cui la Natura, beffata dalla nostra civiltà, scatenerebbe un cataclisma e si divertirebbe a rimpiazzare gli uomini, dopo la loro distruzione, con delle creature fatte di materia cosiddetta inerte o con il regno vegetale.

Il Popolo Vuh dei Maya narra che nei tempi antichi l’umanità della seconda età era fatta “ come delle bambole di legno aventi l’apparenza di uomini che parlano”.

Attenendosi strettamente all’osservazione dei fatti, si può ritenere che il minerale – nell’intenzione di divenire “più vivente” e di sublimarsi – tenda, e talvolta riesca, ad assumere una forma animale.

Quando la terra attraversa una fase di riscaldamento, tutti i miracoli sono possibili.

Questi periodi di calore – il Desiderio degli Arii e dei Fenici della mitologia – corrisponderebbero forse ai cicli della storia e coinciderebbero con la creazione di un’umanità nuova.

Numerose tradizioni affermano con insistenza che gli uomini furono creati dalle rocce, dalle pietre o dai ciottoli.

La Terra ha un bisogno inconscio di generare?

Obbedisce ai suoi “cromosi – memoria”, oppure ad una coscienza che in certe zone irradianti, dunque particolarmente intelligenti, tende a modellare delle forme animali?

Si è tentati a crederlo.

GINA D’ERRICO

POTREBBE INTERESSARTI

Uomini di pietra
Golem
Pietra – Simbologia
Le Pietre della fame

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.